Call per Tesi di Laurea

 

Descrizione

Con questa call il Comune di Trento, nell'ambito del Protocollo UniCittà, intende premiare le migliori tesi di laurea magistrale discusse presso l'Università di Trento avente come oggetto o tema approfondito un ambito di interesse per la comunità locale trentina e per il suo sviluppo.

Sono riconosciute idonee le tesi magistrali che trattino temi di interesse per il Comune di Trento e il suo territorio. Queste tesi devono privilegiare la trattazione di caratteristiche sociali, economiche e culturali oppure fornire proposte di azione per il miglioramento del territorio per ciò che riguarda:

  • politiche giovanili territoriali
  • storia e cultura trentina
  • economia locale
  • sviluppo del territorio e mobilità sostenibile
  • turismo locale

I vincitori dell'ultimo bando

L'ultima edizione, che ha premiato le migliori tesi proposte tra l'1 dicembre 2017 e il 31 luglio 2019, ha visto come vincitori dieci studenti e studentesse che sono stati premiati con un riconoscimento in denaro, la possibilità di presentare il lavoro ad un pubblico non accademico e la partecipazione ad un corso di public speaking.

I vincitori sono:

  • Michele Anselmi, «Il turismo outdoor come modello di sviluppo sostenibile. Il territorio del Monte Bondone»;
  • Alex Benetti, «Conversione all'agricoltura biologica in Trentino: fattori di opportunità e criticità»;
  • Francesco D'Amico, «Nuovo centro natatorio di Trento: soluzioni energetiche e architettoniche per l'ottimizzazione degli impianti»;
  • Sara Dal Rì, «Vertical farming. Verso un nuovo scenario di agricoltura urbana per la città di Trento»;
  • Miriam Fiorenza, «Rigenerazione e politiche giovanili: quale collegamento per rispondere alle attuali sfide sociali? Un'analisi qualitativa del centro giovani Smart Lab di Rovereto»;
  • Francesco Giampiccolo, «La chiesa di Sant'Agata a Povo: rilievo, indagini archeometriche, monitoraggio strutturale e ipotesi di valorizzazione»;
  • Sandro Giuliari, «L'impresa di comunità: una forma organizzativa emergente per la gestione sostenibile dell'offerta turistica del territorio»;
  • Anna Maragno, «La città invisibile. Mappatura, rilievi avanzati e progetti di riuso del rifugio antiaereo "Alla Busa" d Trento»;
  • Cristina Pedersoli, «I tempi delle infrastrutture. Reti grigie, verdi e blu per la riprogettazione di spazi periurbani a Trento nord»;
  • Martina Trentini, «La salvaguardia del patrimonio artistico in caso d'incendio: linee guida con tre esempi di gestione della calamità in Trentino».