Chi siamo

Maurizio Giangiulio

Maurizio Giangiulio

È professore ordinario di Storia greca presso l’Università di Trento, coordinatore del CeASUm (Centro di Alti Studi Umanistici) e direttore del LabSA. Dal 2019 è anche professore di epigrafia e antichità greche alla Scuola Archeologica Italiana di Atene. È membro dello European Network for the study of Ancient Greek History. I suoi interessi di ricerca lo hanno condotto allo studio della storia e della cultura dei Greci d’Occidente, del Pitagorismo, della mobilità su scala mediterranea in età arcaica e classica, della polis e della sua statualità, della natura e della trasmissione della memoria e delle tradizioni storiche in Grecia, con particolare riferimento alle dinamiche della oral tradition e alla sua presenza in Erodoto. Attualmente studia l'ideologia del potere dei tiranni di Corinto e i suoi modelli orientali. Ha inoltre avviato una ricerca sulle 'oracular tales' delfiche e sui responsi esametrici tra oralità e scrittura per la quale ha vinto un PRIN (2017). Di recente ha pubblicato il volume Democrazie greche. Atene, Sicilia, Magna Grecia (Roma 2015) e studi su Erodoto e la verità, sul nome demokratia, sulla memoria collettiva da Halbwachs a oggi, e sulle cosiddette ‘oligarchie’ a numero fisso.

Elvira Migliario

Elvira Migliario

È professore ordinario di Storia romana all’Università di Trento. I suoi principali interessi di ricerca comprendono: i rapporti fra retorica, storiografia e politica nella prima età imperiale (è autrice di Retorica e storia. Una lettura delle Suasoriae di Seneca Padre, Bari 2007); la storia dell’Italia romana, con particolare attenzione alle aree prealpine e alpine (ha curato Epigrafia delle Alpi. Bilanci e Prospettive, 2007; è coautrice di Il territorio trentino nella storia europea, I. L'età antica, 2011); la letteratura etno-geografica ellenistico-romana, e in particolare l'opera di Strabone (su cui ha pubblicato diversi saggi: ultimamente, "Strabo, Italy and the Italian peoples", in The Routledge Companion to Strabo, 2017, e “I popoli alpini tra rappresentazioni antiche e nuovi dati", in GeogAnt 2018); l'antichistica italiana del XX secolo (è co-curatrice di Gli antichisti italiani e la Grande Guerra, 2017).

Anselmo Baroni

Anselmo Baroni

È docente a contratto di Storia Romana presso l’Università di Trento, dove è stato professore aggregato fino al 30 novembre 2018. Fa parte del LabSA dalla sua istituzione. I suoi interessi di ricerca includono la storia costituzionale romana in particolare nell’ultimo secolo della Repubblica (le dittature di Silla e Cesare), l’amministrazione romana imperiale (soprattutto i rapporti tra imperatore e governatore), la formazione e l'organizzazione dell’Italia romana e, infine, alcuni aspetti dello studio dell’antico in età moderna. Ha curato Amministrare un impero. Roma e le sue province (2007) e, insieme ad altri studiosi, Colonie romane nel mondo greco (2004) ed Epigrafia delle Alpi. Bilanci e prospettive (2007). 

Elena Franchi

Elena Franchi

È ricercatore senior di Storia greca (2018-). È stata borsista post-doc della Fondazione Von Humboldt (2011-2013), e beneficiaria di una Europefellowship (2012).  Dal 2012 fa parte dell’International Network Historiai; nel 2017 ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale a professore associato. Dal 2018 è Research Associate al Waterloo Institute of Hellenistic Studies (Canada). Le sue ricerche si concentrano sui conflitti di confine tra Sparta e Argo, sulle guerre tessalo-focidesi e sui koinà, argomenti su cui ha scritto una monografia (Die Konflikte zwischen Thessalern und Phokern. Krieg und Identität in der griechischen Erinnerungskultur des 4. Jahrhunderts, München 2016) e articoli pubblicati su sedi nazionali e straniere. Ha partecipato a convegni tenuti in Italia, in Francia, in Germania, in Svizzera, in Norvegia, in Grecia, nel Regno Unito e in Canada. Ha svolto attività di peer review per le riviste Hormos. Ricerche di Storia antica (ISSN 2036-587X; classe A); Incontri di filologia classica (ISSN 0017-0461, classe A); Axon (ISSN 2532-6848) e per il REF (Research Excellence Framework-UK) 2021. Dal 2017 è membro del Cambridge Scholars Publishing Advisory Board (sezione classics).

Caterina Mordeglia

Caterina Mordeglia

Caterina Mordeglia è professore associato di Letteratura latina presso l’Università di Trento, dove insegna Letteratura latina, Filologia latina e Storia del teatro latino. Si è occupata principalmente di favolistica e teatro latini e della loro fortuna medievale e moderna, pubblicando edizioni critiche e saggi in collane e riviste specializzate nazionali e internazionali. È corresponsabile della redazione trentina del bollettino bibliografico internazionale Medioevo latino. Fa parte dell’Editorial Board di Dioniso. Rivista di teatro antico e della Redazione di Maia. Rivista di letterature classiche. Ha coordinato l’unità di ricerca trentina del progetto FIRB – Traditio Patrum sulla tradizione testuale dei Padri latini ed è membro del progetto di ricerca Fabula numerica dell’Universitè Sorbonne Paris IV. Tra i volumi pubblicati: Gruppi, folle e popolo in scena. Persistenza del classico nella storia del teatro europeo (Trento 2012); Traditio Patrum I. Auctores Hispaniae (Turnhout 2015); Animali sui banchi di scuola. Le favole dello pseudo-Dositeo (ms. Paris, BnF, lat. 6503) (Firenze 2017).

Giorgia Proietti

Giorgia Proietti

Laureata e addottorata presso il Dipartimento di Lettere dell'Università di Trento, nella stessa sede è attualmente docente a contratto di Storia greca per i corsi di laurea triennale e collaboratrice stabile del Laboratorio di Scienze dell'Antichità. Ha studiato a Londra e ad Atene, è intervenuta a convegni in Italia e all'estero e pubblicato su sedi nazionali e straniere. Ha curato (con Elena Franchi) 4 volumi su tematiche inerenti il tema 'guerra e memoria' (l'ultimo, edito da Steiner Verlag, è Commemorating War and War Dead. Ancient and Modern). Di recente ha ottenuto borse di ricerca post-dottorale dall'Institute for Advanced Studies in the Humanities di Edinburgh, dalla Fondation Hardt di Genève, e dall'Istituto Italiano di Storia Antica. I suoi interessi scientifici si concentrano su Atene in età classica, in particolare sulla storia politico-militare e le connesse dinamiche memoriali, psicologiche e identitarie, nonché su aspetti della guerra e del dopoguerra in una prospettiva comparativa tra antico e moderno. È in corso di pubblicazione la monografia Prima di Erodoto. Aspetti della memoria delle Guerre Persiane

Emanuele Pulvirenti

Emanuele Pulvirenti

Dopo il conseguimento della laurea specialistica in Filologia Classica presso l'Università di Catania, ha discusso a Trento una tesi di dottorato in Storia Greca (2017) dal titolo "Aspetti dell'interazione culturale tra Greci e Persiani: intrecci di culture in contesto conflittuale (546-350 a.C. ca.)", sotto la supervisione del Prof. Maurizio Giangiulio. Ha un incarico di docenza a contratto presso l'Università di Trento (esercitazioni di Storia Greca). Collabora con il Laboratorio di Scienze dell'Antichità, di cui ha curato la classificazione e riorganizzazione del patrimonio librario e documentario. Ha pubblicato su Sicilia Antiqua, nella collana Quaderni del Dipartimento dell'Università di Trento e sulle riviste online Archimède e Engramma. Dal 2017 insegna presso il Liceo Classico "G. Prati" a Trento (classi di concorso A011 e A013).

Giulia Vettori

Giulia Vettori

Giulia Vettori è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Trento, dove collabora con la cattedra di Storia romana e con il Laboratorio di Scienze dell’Antichità. Nella medesima sede, ha conseguito il titolo di dottore di ricerca con una tesi sulla capacità patrimoniale femminile tra guerre civili e Principato, svolta sotto la supervisione di Elvira Migliario. Il lavoro, che le è valso il premio come miglior dottore di ricerca in “Culture d’Europa. Ambiente, spazi, storie, arti, idee” per l’a.a. 2017/2018, è attualmente in fase di rielaborazione in vista di una prossima pubblicazione. Ha svolto parte del proprio percorso di formazione presso l’Università di Amsterdam, seguita da Emily Hemelrijk.  In collaborazione con Laura Righi, ha curato il volume Il lusso e la sua disciplina. Aspetti economici e sociali della legislazione suntuaria tra antichità e medioevo (Quaderni del Dipartimento di Lettere e Filosofia 8, Trento 2019).

Paolo Quarella Fossati

Paolo Quarella Fossati

Nel febbraio 2017 ha conseguito la laurea magistrale in Scienze dell’antichità presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con una tesi in storia greca sulla questione delle risorse nelle Elleniche di Senofonte. Dal 1° ottobre 2018 ha cominciato il Corso di Dottorato di Ricerca in "Culture d'Europa. Ambiente, spazi, storie, arti, idee" (34° ciclo) presso l’Università degli Studi di Trento. Sotto la supervisione del professor Maurizio Giangiulio sta lavorando a un progetto di ricerca di storia dell’economia antica che intende riesaminare le evidenze documentali relative alla tassazione indiretta ateniese d’età classica (478/7-323/2 a.C.). L’obiettivo del lavoro è quello di fornire un quadro di ricostruzione attendibile dei meccanismi di imposizione, riscossione ed amministrazione delle forme di tassazione sulle transazioni esterne ed interne alla luce dell’evoluzione del quadro politico, economico, ed istituzionale di Atene fra la fine delle guerre persiane e le fasi successive alla conclusione della guerra lamiaca.

Davide Trivellato

Davide Trivellato

Dopo la laurea triennale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia con una tesi di storia romana ed epigrafia latina ha concluso gli studi per la laurea magistrale presso l’Università degli Studi di Verona e di Trento (Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Scienze Storiche), anche in questo caso con una tesi di storia romana. Frequenta ora il primo anno del Corso di Dottorato in “Culture d’Europa. Ambiente, spazi, storie, arti, idee” presso l’Università degli Studi di Trento, dove si occupa di un progetto relativo alla presenza della familia Caesaris nelle città d’Italia all’inizio del Principato.