Fontana Ranuccio

Anagni, Frosinone

Direzione: prof. Stefano Grimaldi
Collaborazione con: Istituto Italiano di Paleontologia Umana. Lo scavo è in concessione dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio Frosinone Latina Rieti
Anni di scavo: dal 2017
Cronologia: Paleolitico inferiore

Breve descrizione: Il sito di Fontana Ranuccio è stato datato al MIS 11(circa 400.000 anni fa) e rappresenta una delle più antiche testimonianze preistoriche in Italia di Homo heidelbergensis. Il sito venne scoperto nel 1976 grazie a dei lavori di una cava di pozzolana e successivamente scavato a più riprese dall'Istituto Italiano di Paleontologia Umana. Dal 2017, lo scavo è effettuato in collaborazione con il Laboratorio Bagolini dell'Università di Trento. L'importanza del sito per lo studio del comportamento umano è data dalla presenza di abbondanti resti ossei che i gruppi umani dell'epoca utilizzavano come strumenti o scheggiavano come ad esempio il famoso bifacciale in osso di elefante, oggi divenuto il logo dell'Istituto Italiano di Paleontologia Umana.