Vadastra

Archeologia sperimentale a Vadastra (Romania). Costruzione, distruzione e scavo di una unità abitativa.

Il progetto di archeologia sperimentale messo in piedi nel paese rurale di Vadastra (Romania) riguarda la costruzione, distruzione e scavo di una capanna con scheletro in legno e incannucciato rivestito in argilla. La struttura, divisa in due ambienti da due pareti e una colonna, presenta due finestre, un’apertura di accesso, un forno a volta e una piattaforma lignea. La copertura in paglia è separata dagli ambienti sottostanti da un solaio in legno e argilla. Durante la costruzione sono state calcolate le quantità di tutte le materie prime utilizzate (legno, argilla, paglia, acqua …).

Riproduzioni di reperti archeologici interi e frammentari (ceramica, ossidiana, selce, figurine fittili, pietra levigata, …) sono stati posizionati sul pavimento e sul solaio della struttura. Il rilievo dell’unità abitativa ha riguardato non solo la struttura ma anche la collocazione di tutti questi elementi.

L’incendio dell’unità abitativa è stato seguito e documentato con foto, video e rilievo delle temperature.
Lo scavo stratigrafico successivo ha riguardato un’area (interna e, in parte, esterna) pari a circa un terzo del totale e ha permesso di riconoscere le dinamiche di crollo nelle loro differenti sfaccettature.
Il progetto si svolge in stretta collaborazione e grazie al prof. Dragos Gheorghiu dell’Università di Bucarest.


Approfondimenti: