Ricerca

Il LABAAF è costantemente impegnato nella raccolta di dati territoriali attraverso archivi e campagne di prospezione sul campo, nella documentazione e studio dei depositi archeologici, archiviazione, elaborazione ed analisi dei dati in ambiente GIS (Geographic Information System).

Combina tecniche di rilievo topografico strumentale con quelle di fotogrammetria 2D, 3D, georeferenziazione e modellazione tridimensionale; è equipaggiato per realizzare trattamenti di recupero, archiviazione, classificazione e riproduzione dei reperti archeologici. È in grado di raccogliere e selezionare campioni per analisi di natura organica e inorganica (in collaborazione con le Facoltà di Ingegneria dell’Università di Trento).

La dotazione del laboratorio permette di analizzare in completa autonomia campioni al microscopio stereoscopico, metallografico e petrografico. L'area di Tecniche Fotografiche Avanzate è provvista di attrezzature fotografiche professionali per la realizzazione di fotografie nel campo dei beni archeologici, architettonici, storico-artistici e librari. Applica analisi mediante riflettografia UV e Cross polarized light, ReflectanceTransformationImaging (RTI), tecniche fotografiche High DynamicRange e Focus Stacking.


Il LABAAF cura, in collaborazione con il CTM, la produzione di video di carattere scientifico divulgativo.


È dotato di una estesa biblioteca archeologica cartacea e virtuale (AIS Biblio) e una vasta catalogazione di siti archeologici su base territoriale (AIS WebGIS).