Ospedale S. Maria del Carmine

L'Unità dove studiamo i neonati si trova presso il reparto di maternità dell’Ospedale di Rovereto, dove disponiamo di una piccola postazione all’interno della sala riservata all’allattamento.


Siamo presenti i pomeriggi dal lunedì al venerdì.
Ciò che facciamo in una “giornata-tipo” è recarci di camera in camera per informare i neo-genitori o quelli in attesa di diventarlo della possibilità di partecipare ai nostri studi: in un paio di minuti vi esponiamo il progetto e rispondiamo a tutte le vostre domande e perplessità, dopodichè se sarete interessati o incuriositi, saremo lieti di aspettare voi e il vostro bambino nel nostro piccolo “laboratorio”. Poiché gran parte dei nostri studi prevedono che il bambino guardi delle immagini, vi chiederemo di venire in un momento in cui lui è sveglio e tranquillo.
Non vi è un limite per la partecipazione agli studi, ad esclusione di motivazioni cliniche, e sarete liberi di parteciparvi per tutta la durata della vostra permanenza in ospedale.
Tutti gli studi sono su base volontaria e la decisione di partecipare spetta solo ed unicamente a voi, così come avrete la possibilità di cambiare idea in ogni momento. Gli studi sono svolti in collaborazione con i pediatri dell’ospedale, che sono a conoscenza di tutta la procedura e l’hanno giudicata adatta e sicura per i neonati (inoltre tutti gli studi sono approvati dal comitato etico dell’ospedale). Precisiamo anche che gli studi da noi condotti sono a solo scopo di ricerca, e non hanno alcun esito o rilevanza di tipo clinico.


I metodi da noi utilizzati per studiare la mente e il cervello del neonato sono principalmente di due tipi: comportamentali, in cui osserviamo il loro comportamento per fare delle inferenze, oppure di neuroimaging, in cui utilizziamo strumenti sicuri e adatti (EEG o fNIRS) per poter osservare la loro attività cerebrale.

Domande frequenti