Chi siamo

Ricercatori coinvolti

Giorgio Vallortigara

Giorgio Vallortigara

Professore ordinario presso l’Università di Trento.

I suoi principali interessi di ricerca sono le predisposizioni innate in animali ed esseri umani. In particolar modo negli ultimi anni si è concentrato sullo studio della cognizione numerica in specie quali pulcini e pesci (al quale ha anche dedicato diversi libri di divulgazione scientifica) e neonati umani.

Oltre alla cognizione numerica ha contribuito a diversi studi di indagine sulle predisposizioni sociali in varie specie animali e non.

Manuela Piazza

Manuela Piazza

Professoressa ordinaria presso l’Università di Trento.

I suoi principali interessi di ricerca sono i precursori precoci delle competenze simboliche nell’essere umano, quali il linguaggio e la cognizione matematica.

E’ specializzata nello studio della cognizione numerica in neonati, bambini a sviluppo tipico e con disturbi dell’apprendimento, e adulti. Oltre alla cognizione numerica ha di recente sviluppato una linea di ricerca sulle basi neurobiologiche del linguaggio e del significato delle parole.

Personale tecnico

Marco Buiatti

Marco Buiatti

Responsabile tecnico della Neonatal Neuroimaging Unit. Le sue competenze investono tutti gli aspetti metodologici degli studi EEG sui neonati: paradigma sperimentale, stimolazione sensoriale, pre-processamento del segnale per la rimozione degli artefatti, implementazione di analisi per la caratterizzazione delle risposte cerebrali sia a livello dei sensori che a quello delle sorgenti anatomiche.

Ha recentemente sviluppato metodologie innovative per l'analisi dei dati EEG in paradigmi "frequency-tagging", particolarmente adatti alla  neurofisiologia e alla limitata attenzione temporale dei neonati.

Dottorandi

Velu Prabhakar Kumaravel

Velu Prabhakar Kumaravel

Iscirtto al terzo anno del corso di Dottorato in Brain Science del CIMeC presso l’Università di Trento.


Laureato in Ingegneria delle telecomunicazioni, ha scelto di concentrare il suo interesse nello sviluppo di nuovi software utili alla ricerca Neruoscientifica. In collaborazione con l’unità E3DA della Fondazione Bruno Kessler, il suo progetto di ricerca si concentra sullo sviluppo di sistemi integrati per lo studio dei substrati neurali delle principali funzioni cognitive nell’infanzia. Al momento lavora sulla progettazione e sviluppo di un EEG wireless che possa facilitare e supportare gli studi condotti dal BabyLab.

Elena Eccher

Elena Eccher

Iscritta al primo anno del corso di Dottorato in Brain Science del CIMeC presso l’università di Trento.

Da sempre interessata a capire cosa è innato e cosa è acquisito nella mente umana, ha deciso di focalizzarsi sullo studio della mente di neonati e infanti.

Ha fatto diverse esperienze in vari laboratori imparando così ad utilizzare varie tecniche di indagine (EEG, fNIRS e comportamentali) e sensibilizzandosi particolarmente sulle interazioni con bambini molto piccoli.